Natale a San Giuliano!

Natale è ormai alle porte e il Convento di S. Giuliano a L’Aquila presenta come ogni anno un calendario ricco di eventi! 

Sabato 8 dicembre alle ore 10,00, dopo la celebrazione liturgica delle ore 09,00, si svolgerà l’inaugurazione della mostra di presepi dell’artista aquilano Maurizio De Benedictis, rinnovata rispetto allo scorso anno di nuovi esemplari.  L’esposizione, nel periodo natalizio, sarà visitabile nei giorni di sabato, domenica e festivi negli orari 10,00 – 13,00 e 15,30 – 18,30.

L’aquilano De Benedictis da anni si dedica alla creazione di presepi popolari con ambientazioni tratte dai borghi aquilani. La sua esposizione permanente presso il Convento di San Giuliano, annualmente rinnovata, è ormai un appuntamento fisso del Natale aquilano.

Sempre il giorno 8, il 29 dicembre e il 4 gennaio alle ore 15,30, si svolgeranno le consuete visite guidate del complesso conventuale (chiesa, chiostro cinquecentesco e conventino quattrocentesco) a cura dell’Associazione AquilArtes. In occasione delle tre visite verrà esposto eccezionalmente il Monogramma Bernardiano.

Conosciuto come la Tavoletta del Nome di Gesù, il dipinto su tavola del XV secolo è appartenuto, secondo la tradizione, a San Giovanni da Capestrano ed è stato custodito gelosamente attraverso i secoli dalla comunità francescana aquilana. (Per informazioni e prenotazioni: Tel. 3494542826 – email: aquilartes@gmail.com).

 Il 24 dicembre a mezzanotte, infine, sarà celebrata dalla Comunità dei Frati di San Giuliano la tradizionale S. Messa di Natale.

IV MEETING NAZIONALE GRUPPO ITALIANO DI PALEOPATOLOGIA

Scarica programma.

INGRESSO LIBERO

PROGRAMMA

8.30 Registrazione dei Partecipanti 9.00 Saluto di Benvenuto

9.00 Saluto di Benvenuto –
P. Marco Federici ofm Padre Guardiano del Convento di San Giuliano – L’Aquila

9.10 Introduzione ai lavori
Luca Ventura Coordinatore GIPaleo; UOC Anatomia Patologica, Ospedale San Salvatore, L’Aquila

SESSIONE I

Moderatori: Raffaele GAETA (Pisa) e Marta LICATA (Varese)

9.20 Il ferimento e la morte di Ferdinando Francesco d’Avalos (1490-1525), marchese di Pescara e vincitore della battaglia di Pavia: evidenze archeologiche e paleopatologiche – Gino Fornaciari Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, Università di Pisa

9.40 La bimba perduta: studio antropologico e paleopatologico di una mummia naturale italiana della prima metà del 20° secolo – Agata Lunardini, Simona Minozzi, Valentina Giuffra, Antonio Fornaciari, Davide Caramella, Gino Fornaciari

10.00 Il Beato Vincenzo dell’Aquila (1430-1504). Ricognizione Canonica e studio paleopatologico
Luca Ventura, Mattia Ioannucci, Giulia Tudico, Alfonso Raffaele, Carlo Masciocchi

10.20 San Davino Armeno (†1050). Risultati preliminari dello studio paleopatologico
Antonio Fornaciari, Valeria Mongelli, Luca Melai, Davide Caramella, Gino Fornaciari, Valentina Giuffra

10.40 Rivalutazione diagnostica di due “sarcomi pleurici” dalla Collezione Anatomopatologica di Torino
Luisa Ferrari,, Jasna Metovic, Daniela Rullo, Luca Ventura

11.00 Pausa caffè

SESSIONE II

Moderatori: Valentina GIUFFRA (Pisa) e Luca SARAGONI (Forlì)

11.30 Ricostruzione degli ultimi attimi di vita di un abitante di Mutina: analisi multianalitica di ferite da arma da taglio da una necropoli tardoantica
Mirko Traversari, Antonino Vazzana, Lucia Martina Scalise, Carla Figus, Salvatore Andrea Apicella, Laura Buti, Gregorio Oxilia, Rita Sorrentino, Silvia Pellegrini, Chiara Matteucci, Lucio Calcagnile, Raffaele Savigni, Robin N. M. Feeney, Giorgio Gruppioni, Stefano Benazzi

11.50 Lesioni craniche da arma da fuoco e da arma bianca nella battaglia di San Martino (1859)
Simona Minozzi, Valentina Ghiroldi, Gino Fornaciari

12.10 Dalle questioni paleopatologiche allo scavo dell’area cimiteriale di Sant’Agostino in Caravate (Varese)
Marta Licata, Daniele Capuzzo, Adelaide Tosi, Omar Larentis

12.30 Evidenze patologiche dal campione medievale della chiesa di San Pietro e Paolo in Brentonico
Enrica Tonina, Caterina Pangrazzi, Omar Larentis

12.50 La diffusione della lebbra in Italia
Mauro Rubini, Nunzia Libianchi, Alessandro Gozzi, Elena Dellù, Paola Zaio

13.10 Analisi antropologica e paleopatologica del cranio trapanato di Aliano (Matera)
Gaetano Miranda, Domenico Mancinelli†, Ada Preite

13.30 Pausa Pranzo e Visita Guidata del Convento a cura dell’Associazione AquilArtes

SESSIONE III

Moderatori: Luisa FERRARI (Asti) e Mauro RUBINI (Roma, Foggia)

15.00 Un possibile caso di micosi da una sepoltura post-classica da La Selvicciola (Italia)
Ileana Micarelli, Robert Paine, Mary Anne Tafuri, Giorgio Manzi

15.20 Un caso medievale di possibile neuroblastoma metastatico da Vico nel Lazio (FR), XIII-XV secolo
Paola Zaio, Nunzia Libianchi, Alessandro Gozzi, Elena Dellù, Mauro Rubini

15.40 Osteomi multipli in uno scheletro dalla necropoli medievale di Pava (Toscana, XII-XIII secolo)

Valentina Giuffra, Giuseppe Naccarato, Maura Castagna, Riccardo Lencioni, Silvio Chericoni, Valeria Mongelli, Giulia Riccomi, Stefano Campana

16.00 Diagnosi di cifosi in un caso di occultamento di cadavere. Lo scheletro della Cripta di Azzio
Omar Larentis, Ilaria Gorini, Chiara Rossetti, Enrica Tonina, Marta Licata

16.20 I resti scheletrici di Tommaso da Cascina (1379-1460), fondatore del Convento di San Giuliano
Giulia Tudico, Gaetano Miranda, Mattia Ioannucci, Alfonso Raffaele, Carlo Masciocchi, Luca Ventura

16.40 Locus parvulorum, le patologie dei bambini della Chiesa della Natività di Santa Maria, Segno (Trentino)
Omar Larentis, Enrica Tonina

17.00 Chiusura dei lavori

 

Visite guidate a cura di AquilArtes

Nel mese di agosto l’Associazione AquilArtes propone delle visite guidate a San Giuliano, primo convento dell’Osservanza in Abruzzo: la chiesa, il chiostro seicentesco e il conventino quattrocentesco! Per informazioni e prenotazioni: tel. 3494542826; www.aquilartes.it 

Presentazione “I mille Abruzzi” di Umberto Braccili

“I mille Abruzzi. Gente felice, triste e incazzata nella regione forte, gentile e martoriata”, nuovo libro del giornalista Umberto Braccili (Ricerche e Redazioni – Giacinto Damiani Editore) verrà presentato a L’Aquila presso il Convento di San Giuliano sabato 16 dicembre alle ore 18,00. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Comunità dei frati di San Giuliano e l’Associazione AquilArtes. Sarà garantito servizio di interpretariato italiano-Lis.
Il libro è un racconto che segue le emozioni, rabbie e sogni che nascono prima, durante e dopo un servizio televisivo. C’è il paese “senza partita IVA” dove poche decine di persone vivono senza nessuna comodità ma sono felici lo stesso. C’è la persona che soffre perché a volte la politica non segue una logica. Ci sono “gli invisibili” che magari vestono in giacca e cravatta ma non hanno i soldi per mangiare, o donne massacrate di botte dai compagni che spesso la fanno franca perché “se parli ti togliamo il bambino”. C’è la professionista informatica che, licenziata dalla ditta, non si è persa d’animo e ha intrapreso una nuova avventura lavorativa, il ciabattino. Un capitolo ospita “i supereroi”, gente in gamba, preparata che lotta per gli altri, insomma il sindaco potenzialmente perfetto che, ovviamente, la politica non chiama mai per quella carica elettiva. Nel libro, poi, si ritrovano le mille tradizioni dei piccoli borghi. L’ultimo capitolo, dove l’autore esce di scena, ospita venti racconti di altrettanti scrittori che parlano di insegnamenti di genitori e nonni, storie del passato, delicate, importanti, da raccontare alle nuove generazioni.
Parte del ricavato della vendita del volume – come per il precedente libro – sarà destinata da autore e editore a un progetto della Onlus “Abilbyte”. Il disegno in copertina è di Pasquale Testa.
L’AUTORE
Umberto Braccili, giornalista professionista dal 1989, ha avuto esperienze nei giornali «Il Tempo» e «il Centro». Cor­rispondente per la provincia di Teramo per l’agenzia Ansa, è entrato in Rai nel 1987 come corrispondente da Teramo. Assunto nel 1992, ha svolto per l’azienda il ruolo di telecro­nista con Rai Sport, ottenendo in seguito la qualifica di “in­viato speciale”. Numerose le inchieste politiche, ambientali e sociali e diversi i reportage dall’estero. Dal 2007 è responsabile della rubrica “Lo dico al Tg” do­ve, attraverso le segnalazioni dei telespettatori, prova a mette­re in evidenza i problemi, i disagi e le ingiustizie subite dai cittadini. Nel 2010 il libro “Macerie dentro e fuori”, scritto da Brac­cili insieme ad alcuni genitori di universitari morti all’Aqui­la per il sisma 2009. Gli incassi del libro permettono l’istitu­zione di una borsa di studio tra le facoltà italiane di Ingegne­ria e Geologia, da cinque anni, per la miglior tesi sulla pre­venzione sismica. Nel 2013 pubblica con Ricerche&Redazioni il libro “Lo dico al Tg”. Insieme ad altre associazioni, parte dei proventi del libro hanno concorso all’acquisto di un puntatore oculare da parte della onlus “Abilbyte”, che dal 2015 lo offre in como­dato gratuito ai malati che ne fanno richiesta. Tra i numero­si premi ricevuti, ricordiamo l’ultimo del settembre 2017 ot­tenuto a Vietri sul Mare per la sezione “Giornalismo televi­sivo per il sociale”.